Pillola Abortiva Ru486 In Italia Come Funziona?

Come fare per avere la pillola RU486?

La pillola abortiva si assume per via orale e in Italia, secondo le nuove linee guida del Ministero della Salute, può essere somministrate fino alla nona settimana di gravidanza, cioè fino a 63 giorni dopo il concepimento.

Come procurarsi la pillola abortiva?

L’iter burocratico. Il medico rilascia un certificato, che deve essere firmato anche dalla donna, con l’invito a “soprassedere” per sette giorni. Trascorso questo tempo, ci si può rivolgere a un ospedale pubblico o convenzionato per richiedere l’interruzione di gravidanza.

Cosa succede se prendi la pillola abortiva?

La pillola abortiva è un farmaco che termina la gravidanza. Il nome medico della pillola abortiva è mifepristone. Il farmaco agisce bloccando l’ormone progesterone. In assenza di progesterone, il rivestimento dell’utero si rompe e la gravidanza non può continuare.

Quante pillole servono per abortire?

Si assumono due compresse “In pratica la paziente assume due farmaci: il mifepristone prepara il terreno e la prostaglandina, somministrata due giorni dopo, provoca l’espulsione del materiale abortivo entro poche ore.

Chi ti prescrive la pillola abortiva?

Chi può prescrivere la pillola abortiva? La somministrazione è consentita solo in regime ospedaliero di ricovero ordinario secondo le direttive indicate dal ministero della Salute. La prescrizione viene ordinata dal ginecologo del reparto alla farmacia interna della struttura.

You might be interested:  FAQ: Ogni Quanto Ci Sono Le Elezioni In Italia?

Dove si può acquistare la pillola ru486?

E’ il web la farmacia virtuale dove le donne possono acquistare la pillola abortiva, quando non e’ venduta nel proprio Paese. Ancora una volta la rete Internet diventa il grande contenitore occulto per soddisfare le richieste di chi vuole prodotti illegali o di difficile reperimento.

Come si fa ad abortire con la pillola?

Per facilitare l’ aborto, l’assunzione della pillola RU-486 viene normalmente affiancata dalla somministrazione – dopo le successive 48 ore – di una prostaglandina. Questi farmaci, in grado di promuovere l’attività contrattile del miometrio, favoriscono l’espulsione dell’embrione, dunque l’ aborto.

Come si fa ad abortire senza andare in ospedale?

Le donne che intendono abortire non dovranno fare altro che recarsi in ambulatorio o in consultorio dove verrà spiegato loro come funziona, nel dettaglio, il farmaco. L’ambulatorio potrà somministrare la pillola in spazi idonei e con personale qualificato, altrimenti dovrà accordarsi con l’ ospedale.

Come abortire senza raschiamento?

Si può evitare il raschiamento? Sì, se l’IVG è richiesta entro le 7 settimane (49 giorni), in questo caso è possibile praticare l’ aborto medico tramite il mifepristone (o pillola RU486), un farmaco che blocca l’azione del progesterone.

Come si fa a capire un aborto spontaneo?

L ‘ aborto spontaneo può anche manifestarsi attraverso la perdita di liquidi e tessuti dalla vagina. Fra gli altri sintomi, è possibile anche annoverare la presenza di crampi, il mal di schiena, le contrazioni dolorose e la riduzione improvvisa dei segni normalmente associati ad una gravidanza in corso.

In quale settimana è più frequente l’aborto?

L’85% circa degli aborti si verifica nelle prime 12 settimane di gestazione, e il 25% delle gravidanze termina con un aborto nelle prime 12 settimane. Il rimanente 15% degli aborti avviene fra le 13 e le 20 settimane.

You might be interested:  I lettori chiedono: Come Vedere Italia 2 Su Sky?

Quali sono le conseguenze dell aborto?

rimozione incompleta del tessuto gravidico (fino a 1 ogni 20 aborti ) sanguinamento eccessivo (fino a 1 ogni 1.000 aborti ) danni all’ingresso dell ‘utero (cervice uterina) (fino a 1 ogni 100 aborti chirurgici) danni all’utero (in 1 ogni 250 – 1.000 aborti chirurgici e in meno di 1 ogni 1.000 aborti medici)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *